AVVISO - OBBLIGO COMUNICAZIONE PEC


OBBLIGATORIETÀ ISCRIZIONE

Si ricorda che, in base alla legge 3/18 “Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute”, l’iscrizione all’Ordine Professionale è obbligatoria per tutti i professionisti che esercitano la professione sanitaria e che nell’esercizio della professione senza iscrizione si configura il reato di  esercizio abusivo della professione sia nell’ambito di attività libero professionale, che nell’ambito di rapporti di lavoro dipendente subordinato pubblico o privato. Diversamente si incorre nelle sanzioni di cui all’art. 348 cp che è stato sostituito ed oggi così recita:Chiunque abusivamente esercita una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 10.000 ad euro 50.000. La condanna comporta ……omissis…. altresì la interdizione da uno a tre anni dalla professione o attività regolarmente esercitata ………….omissis”.

In merito alle conseguenze civili si sottolinea inoltre che, l’attività professionale svolta in mancanza di iscrizione è priva di riconoscimento contrattuale e di tutela, mentre in ipotesi di procurati danni a terzi, la richiesta di risarcimento nei tuoi confronti sarebbe inevitabile, senza possibilità alcuna di difesa.


 

SEZIONE DEDICATA AGLI STAKEHOLDERS: INFORMATIVA E MATERIALE

 

Al fine di operare un pieno coinvolgimento degli stakeholders, interni ed esterni, per la promozione e la valorizzazione della trasparenza nelle pubbliche amministrazioni, l’Ente ha creato la presente sezione quale strumento di comunicazione diretta e di coinvolgimento attivo tra l’amministrazione e tutti i portatori ed esponenti di bisogni e di interessi sociali, culturali, economici diffusi.

L’Ente ha, quindi, individuato, in questa prima fase, due modalità relazionali per rendere più efficace ed agevole il confronto strutturato con gli stakeholders:

  • La definizione di un apposito modello con cui far pervenire proposte/integrazioni al Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e della Trasparenza dell’Ente;
  • La predisposizione di un questionario di rilevazione delle esigenze degli stakeholders in materia di trasparenza.

In particolare, l’Ente cercherà di utilizzare i suggerimenti formulati per l’aggiornamento annuale degli strumenti di programmazione e per il miglioramento dei livelli di trasparenza.

 

Materiale scaricabile

Consiglio Europeo degli Enti Regolatori delle Professioni InfermieristicheUS National Library of Medicine-National Institutes of HealthEnte Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione InfermieristicaFederazione Nazionale Ordini Professioni InfermieristicheMinistero della saluteAgenzia Nazionale per i Servizi Sanitari RegionaliFacebook Ordine