OBBLIGATORIETÀ ISCRIZIONE

Si ricorda che, in base alla legge 3/18 “Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute”, l’iscrizione all’Ordine Professionale è obbligatoria per tutti i professionisti che esercitano la professione sanitaria e che nell’esercizio della professione senza iscrizione si configura il reato di  esercizio abusivo della professione sia nell’ambito di attività libero professionale, che nell’ambito di rapporti di lavoro dipendente subordinato pubblico o privato. Diversamente si incorre nelle sanzioni di cui all’art. 348 cp che è stato sostituito ed oggi così recita:Chiunque abusivamente esercita una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 10.000 ad euro 50.000. La condanna comporta ……omissis…. altresì la interdizione da uno a tre anni dalla professione o attività regolarmente esercitata ………….omissis”.

In merito alle conseguenze civili si sottolinea inoltre che, l’attività professionale svolta in mancanza di iscrizione è priva di riconoscimento contrattuale e di tutela, mentre in ipotesi di procurati danni a terzi, la richiesta di risarcimento nei tuoi confronti sarebbe inevitabile, senza possibilità alcuna di difesa.

COMUNICATO

La FNOPI ci informa che con circolare 23/2020  è stata contattata dal Dipartimento della Protezione Civile con la richiesta urgente di ricevere  la disponibilità di Infermieri Esperti di Terapia Intensiva che sarebbero impiegati, nell’ambito della Protezione civile, prevalentemente in supporto ai colleghi degli ospedali lombardi sottoposti a maggiore impegno a causa dell'emergenza in corso, compresi gli ospedali che assistono pazienti infetti da coronavirus.

Un ulteriore impiego, non ancora confermato, potrebbe essere l'assistenza a bordo di ambulanze dedicate al trasporto di pazienti "intensivi", dalla Lombardia verso altre Regioni.

In caso di disponibilità sarà previsto lo stesso trattamento che la normativa prevede (artt. 39 e 40 D.Lgs. 1/2018) per i volontari ovvero il rimborso delle spese di viaggio, vitto e alloggio.

Chiediamo ai Colleghi interessati eventualmente di dare la propria disponibilità tramite email all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o tramite PEC (solo da indirizzi PEC): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre le ore 24:00 del giorno 12 marzo 2020.

La comunicazione da inviare all’OPI di Latina dovrà essere completa, a pena di esclusione, dei seguenti dati:

  •  Nome e cognome, cellulare, e-mail/PEC.

Cordiali saluti.

0
0
0
s2smodern