OBBLIGATORIETÀ ISCRIZIONE

Si ricorda che, in base alla legge 3/18 “Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute”, l’iscrizione all’Ordine Professionale è obbligatoria per tutti i professionisti che esercitano la professione sanitaria e che nell’esercizio della professione senza iscrizione si configura il reato di  esercizio abusivo della professione sia nell’ambito di attività libero professionale, che nell’ambito di rapporti di lavoro dipendente subordinato pubblico o privato. Diversamente si incorre nelle sanzioni di cui all’art. 348 cp che è stato sostituito ed oggi così recita:Chiunque abusivamente esercita una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 10.000 ad euro 50.000. La condanna comporta ……omissis…. altresì la interdizione da uno a tre anni dalla professione o attività regolarmente esercitata ………….omissis”.

In merito alle conseguenze civili si sottolinea inoltre che, l’attività professionale svolta in mancanza di iscrizione è priva di riconoscimento contrattuale e di tutela, mentre in ipotesi di procurati danni a terzi, la richiesta di risarcimento nei tuoi confronti sarebbe inevitabile, senza possibilità alcuna di difesa.

                                          COMUNICATO

 

L’emergenza Coronavirus, che ha investito ormai anche la nostra provincia ci impone l’obbligo di ricordare a tutti i cittadini la corretta adesione alle norme igieniche fondamentali contenute in tutte le disposizioni ministeriali emanate nei giorni scorsi.

A tutti gli operatori sanitari invece, ed in particolare ai nostri iscritti infermieri, si raccomanda la corretta adesione alle Misure di Informazione e Prevenzione del DPCM 4-3-2020 Art 2 comma 1 lettera a)" il personale sanitario si attiene alle appropriate misure di prevenzione per la diffusione delle infezioni per via respiratoria previste dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e applica le indicazioni per la sanificazione e la disinfezione degli ambienti previste dal Ministero della salute".

In questi giorni difficili, più che mai emerge l’importanza del lavoro svolto dalla Categoria Infermieristica che con professionalità, competenza, passione e dedizione presta assistenza specialistica ed intensiva a tutti i cittadini pur nelle varie difficoltà di carenze di organico e/o strutturali. La professione infermieristica da anni sostiene il Sistema Sanitario Nazionale, spesso senza avere adeguati riconoscimenti siano essi di tipo economico che sociale o culturale.

Come OPI Latina vogliamo ringraziare ogni singolo professionista che presta la sua opera al fianco dei cittadini sempre, ancor più in questo periodo di emergenza sanitaria che ha investito la nostra società perche i nostri infermieri nelle corsie e sui territori stanno dando il meglio con competenza scientifica e appassionata umanità, certamente in collaborazione di tutte i professionisti della salute ma ancor più accanto ai pazienti, alla loro malattia e ai rischi che essa stessa comporta per chi cura e si prende.

 

Gli infermieri sono da sempre al fianco dei cittadini, sono uno dei pilastri del SSN, ma senza infermieri non c’è alcun SSN. Oggi più di ieri!

 

Il Consiglio Direttivo OPI Latina.

0
0
0
s2smodern