AVVISO - OBBLIGO COMUNICAZIONE PEC


OBBLIGATORIETÀ ISCRIZIONE

Si ricorda che, in base alla legge 3/18 “Delega al Governo in materia di sperimentazione clinica di medicinali nonché disposizioni per il riordino delle professioni sanitarie e per la dirigenza sanitaria del Ministero della salute”, l’iscrizione all’Ordine Professionale è obbligatoria per tutti i professionisti che esercitano la professione sanitaria e che nell’esercizio della professione senza iscrizione si configura il reato di  esercizio abusivo della professione sia nell’ambito di attività libero professionale, che nell’ambito di rapporti di lavoro dipendente subordinato pubblico o privato. Diversamente si incorre nelle sanzioni di cui all’art. 348 cp che è stato sostituito ed oggi così recita:Chiunque abusivamente esercita una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 10.000 ad euro 50.000. La condanna comporta ……omissis…. altresì la interdizione da uno a tre anni dalla professione o attività regolarmente esercitata ………….omissis”.

In merito alle conseguenze civili si sottolinea inoltre che, l’attività professionale svolta in mancanza di iscrizione è priva di riconoscimento contrattuale e di tutela, mentre in ipotesi di procurati danni a terzi, la richiesta di risarcimento nei tuoi confronti sarebbe inevitabile, senza possibilità alcuna di difesa.


 

Si prega di prendere visione delle Linee Guide contenute nel Vademecum sulla Libera Professione - Revisione 2020

 

Sezione Speciale Albo - Società tra Professionisti STP

Il Decreto del Ministero della Giustizia n. 34 dell’8 febbraio 2013 ("Regolamento in materia di società per l'esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, ai sensi dell'articolo 10, comma 10, della legge 12 novembre 2011 n.183") prevede l'iscrizione all'Albo degli Infermieri- in una sezione distinta - delle "Società Tra Professionisti" o "Società Professionali". Dette società - costituite "secondo i modelli societari regolati dai titoli V e VI del libro V del codice civile e alle condizioni previste dall'articolo 10, commi da 3 a 11, della legge 12 novembre 2011, n. 183" - devono avere come oggetto "l'esercizio di una o più attività professionali per le quali sia prevista l'iscrizione in appositi albi o elenchi regolamentati nel sistema ordinistico".
 
Per l’iscrizione delle società tra professionisti nel Registro Imprese occorre seguire il seguente iter:
  • Iscrizione nel Registro delle imprese della Società fra Professionisti (Stp) come società inattiva.
  • Contestuale iscrizione nell’apposita sezione speciale del Registro imprese.
  • Successiva iscrizione della Stp nell’apposita “sezione speciale dell’Albo” tenuto dall’Ordine/Collegio professionale di appartenenza dei soci professionisti.
  • Denuncia di inizio attività comprovando l’avvenuta iscrizione nell’Albo di cui al punto precedente (entro 60 giorni)

Subito dopo, per l'iscrizione alla Sezione Speciale dell'Albo delle Professioni Infermieristiche di Latina la società di professionisti dovrà presentare una domanda al Consiglio dell'Ordine competente per territorio (in base al Comune in cui è stata stabilita la sede legale).

Oltre al versamento delle Tasse e Concessioni Governative pari ad €168,00, il nostro Ordine, nella seduta del giorno 22 gennaio 2020 ha stabilito che l’importo della quota di 1° iscrizione è pari ad € 107,10 e che il contributo annuale è pari ad € 55,45.

Ricevuta la domanda, il Consiglio dell'Ordine dovrà verificare l'osservanza, da parte della società, delle disposizioni normative contenute nella legge n. 183/2011 e nel DM 34/2013; tale verifica riguarderà sostanzialmente i contenuti dell'atto costitutivo e le eventuali incompatibilità tra i soci.

Se la società rispetta tutti i requisiti di legge, il Consiglio approverà l'iscrizione nella Sezione Speciale dell’Albo. Sarà poi compito della società far annotare l'avvenuta iscrizione all'Albo nella sezione speciale del Registro delle Imprese.

La Sezione Speciale dell'Albo degli Infermieri registra per ciascuna società professionale le seguenti informazioni:

  • la ragione o denominazione sociale;
  • l'oggetto professionale (unico o prevalente);
  • la sede legale;
  • il nominativo del legale rappresentante;
  • i nomi dei soci iscritti, nonchè degli eventuali soci iscritti presso Albi o elenchi di altre professioni.

Si allega, altresì la circolare (anno 2020) della Regione Lazio esplicativa della normativa di coordinamento tra la STP e la legge regionale 03 marzo 2003 n. 4 "Norme in materia di autorizzazione alla realizzazione di strutture ed all'esercizio di attività sanitarie e socio-sanitarie, di accreditamento istituzionale e di accordi contrattuali".

ATTENZIONE:

Chi può aprire una STP? Le Professioni protette:
Possono aprire una STP i soli professionisti appartenenti alle professioni protette, ossia, quelle che per essere esercitate hanno l'obbligo di iscrizione a collegi, ordini e albi specifici. La costituzione di una STP è, pertanto, riservata alle professioni protette.
La STP può essere costituita secondo uno dei seguenti tipi societari:
Società semplice;
Società in nome collettivo;
Società in accomandita semplice;
Società per azioni;
Società in accomandita per azioni;
Società a responsabilità limitata;
Società cooperativa.

NORMATIVA
Legge n. 183/2011 art. 10
DM 34/2013 "Regolamento in materia di società  per l'esercizio di attività professionali regolementate nel sistema ordinistico"

Regolamento STP OPI di Latina

Vademecum Libera Professione

La MODULISTICA di seguito:

Consiglio Europeo degli Enti Regolatori delle Professioni InfermieristicheUS National Library of Medicine-National Institutes of HealthEnte Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione InfermieristicaFederazione Nazionale Ordini Professioni InfermieristicheMinistero della saluteAgenzia Nazionale per i Servizi Sanitari RegionaliFacebook Ordine